Connect with us

ATP

Tsitsipas conquista la terza corona, sconfitto Ruud

Published

on

Tsitsipas conquista la terza corona, sconfitto Ruud

Jannik Sinner esprime il suo dispiacere: “Avrei potuto essere sul Centrale a giocare la finale, invece la guarderò da casa“. Questo è il commento del giovane tennista dopo la sua sconfitta contro Stefanos Tsitsipas, il quale ha superato Casper Ruud con un netto 6-1 6-4, diventando così campione del Masters 1000 di Montecarlo per la terza volta.

Tra gli spettatori presenti al campo Ranieri III c’erano anche Boris Becker, Francesco Totti, il principe Alberto e Charles Leclerc, che hanno assistito a una partita piuttosto rapida e poco emozionante. Tsitsipas, dopo la vittoria, ha dichiarato: “È stato difficile tornare a vincere grandi tornei. Non posso che ringraziare la mia famiglia, tutti coloro che mi hanno supportato e, se esiste, anche un dio. Questo terzo titolo potrebbe essere il più bello di tutti, poiché c’è stato tanto lavoro dietro. Non ho mai mollato”, e ha concluso scrivendo sulla telecamera: “Il destino aiuta gli audaci”.

Totti presente a Montecarlo

Tsitsipas comanda già dal primo set

La partita ha visto Tsitsipas prendere il comando nel primo set, conquistandolo con un punteggio di 6-1 in soli 35 minuti, mentre il norvegese è stato assente dal campo per gran parte di esso. Il greco ha ottenuto un break nel terzo game, portandosi avanti 2-1, e un altro nel quinto game dopo aver salvato tre palle del controbreak nel quarto. Infine, nel settimo gioco, il norvegese ha di nuovo ceduto il servizio.

Secondo set aggressivo

Nel secondo set, Ruud, che ha dimostrato la sua capacità sconfiggendo Novak Djokovic in semifinale, cerca di essere più aggressivo. Nel sesto game, il norvegese rischia grosso, salvandosi da un break dopo essere stato avanti 40-15. Subito dopo, è Tsitsipas a dover difendere il proprio turno di battuta. Ruud ha due opportunità di break, ma non riesce a concretizzarle.

Terzo titolo a Montecarlo per Tsitsipas

La partita prosegue senza grandi sconvolgimenti fino al nono game, quando Ruud, al servizio, commette errori sia con il dritto che con il rovescio, finendo sotto 0-30 e concedendo infine un match point al greco, che chiude il match e si getta a terra in gioia. Questo è il terzo titolo a Montecarlo per Tsitsipas, che così ritorna alla Top 10, al numero 7, a partire da domani.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ATP

Sinner campione ad Halle, Musetti cede in finale al Queen’s

Sinner conquista il torneo di Halle: il primo in carriera sull’erba. Al Queen’s, invece, sfuma il sogno di Musetti che è costretto a cedere in finale a Tommy Paul

Published

on

Sinner

Jannik Sinner è il nuovo campione ad Halle. L’altoatesino supera in due set l’amico Hurkacz e conquista così il suo primo titolo su erba. Sfuma, invece, il sogno Queen’s per Lorenzo Musetti che cede in finale a Tommy Paul, risultato che non cancella, però, il grande torneo messo a segno dall’italiano.

Halle si colore di azzurro: Bolelli e Vavassori si aggiungono a Sinner

Ad Halle è tripudio azzurro, con il torneo singolare che vede alzare la coppa Jannik Sinner, e quello di doppio che vede vincitori Bolelli e Vavassori. Il numero 1 al mondo ha avuto la meglio su Hurkacz in un match senza break deciso in entrambi i set dal tie break. La coppia italiana, invece, continua a inanellare grandi risultati conquistando il torneo ai danni dei tedeschi Krawietz e Puetz, anche in questo caso grazie a due tie break.

Al Queen’s, invece, Lorenzo Musetti arriva ad un passo dal successo ma è costretto a cedere in finale a Tommy Paul per 6-1 7-6. Delusione anche per Kalinskaya, fidanzata di Sinner, che a Berlino manca quello che sarebbe stato il suo primo titolo, arrendendosi all’ultimo atto alla più quotata Pegula, che ha centrato la rimonta dopo aver perso il primo parziale al tie break (6-7 6-4 7-6).

Continue Reading

ATP

Sonego in, Cobolli out ad Halle: Rune fuori all’esordio al Queen’s

In preparazione a Wimbledon, hanno preso il via i prestigiosi tornei di Halle e del Queen’s, con Lorenzo Sonego che avanza, mentre si arrende all’esordio Flavio Cobolli, così come Holger Rune

Published

on

Sonego, Halle

Hanno preso il via i principali tornei di preparazione a Wimbledon: gli ATP 500 di Halle e del Queen’s. Nella prima giornata, andata in scena lunedì 17 giugno, sono stati due gli italiani scesi in campo, entrambi in Germania: Lorenzo Sonego e Flavio Cobolli. A Londra, invece, spicca l’eliminazione all’esordio per Rune.

Halle, Sonego avanza: Cobolli si arrende a Hurkacz

Lorenzo Sonego ha superato, non senza fatica, Miomir Kecmanovic, facendo suoi due tie break. Un incontro che non ha visto nessun break messo a segno da ambo i tennisti e appena tre palle break in tutta la gara, tutte a favore dell’italiano. Il tennista torinese, tra l’altro, ha dovuto rimontare ben due mini break nel secondo tie break, dopo che si è trovato in svantaggio per 5-2.

Esce di scena, invece, Flavio Cobolli che lotta ma si arrende a Hubert Hurkacz per 7-5 7-6. Nel primo set il classe 2002 era riuscito a rimontare un break di svantaggio, salvo poi perdere nuovamente il servizio sul 6-5 a favore del polacco. Secondo set ancora più in bilico con il toscano che ha annullato due match point sul 6-5, cedendo, poi, solo al tie break.

Rune, Queen's

Queen’s, Rune subito out: record di ace per Raonic

Esordio da dimenticare, invece, al Queen’s per la testa di serie numero 7 Holger Rune che subisce la rimonta di Jordan Thompson. Il danese, infatti, ha conquistato il primo set per 6-4, salvo poi arrendersi al 7-6 6-3 dell’australiano. Da segnalare, sempre nel torneo inglese, anche la vittoria di Raonic contro Norrie in cui il canadese ha siglato il nuovo record di ace in un singolo match alla meglio dei tre set (47), superando il precedente primato di Karlovic (45).

Continue Reading

ATP

Stoccarda: Berrettini si arrende in finale, ma il feeling con l’erba chiama la ripresa

Matteo Berrettini si arrende in finale a Stoccarda a Draper, ma l’ottimo torneo e il mai tramontato feeling con l’erba lanciano ottimi segnali in vista dei prossimi appuntamenti

Published

on

Berrettini

A Stoccarda Matteo Berrettini si arrende all’atto finale a Jack Draper, che vince al terzo set, in rimonta, per 3-6 7-6 6-4 e conquista così il suo primo titolo nel circuito ATP. Qualche rammarico per l’italiano che nel tie break del secondo set, che, però, non cancella l’ottimo torneo disputato, considerando, soprattutto, lo stop da cui proveniva.

Un appuntamento che ha confermato ancora una volta il feeling speciale tra Matteo e questa superficie, che può diventare l’ancora a cui aggrapparsi per provare a tornare ad alti livelli dopo gli ultimi anni complicati anche, e soprattutto, a causa dei problemi fisici.

Berrettini ora prenderà parte al torneo di Halle, dove al primo turno affronterà lo statunitense Michelsen. Si tratta di un banco di prova importante per vedere il livello attuale del tennista romano e per crescere ancora di condizione in vista di Wimbledon, Slam che lo ha visto finalista nel 2021.

Continue Reading

Trending