Connect with us

Serie A

Supercoppa, non solo Italiano e Mazzarri: De Siervo contro Sarri

Published

on

Sarri, allenatore Lazio

Si può dire che la Supercoppa Italiana, in attesa della prima semifinale, abbia già preso il via ai microfoni della stampa. In quel di Riyad si sono espressi Vincenzo Italiano e Walter Mazzarri, tecnici di Fiorentina e Napoli che apriranno la prima storica Final Four della competizione alle ore 20:00 del 18 gennaio 2024. Una gara secca dal tono imprevedibile, nello stesso contesto che qualche giorno fa ha ospitato gli spettacolari incroci Atletico-Real 3-5 e il Clàsico, chiusosi con il sonoro 4-1 di Ancelotti contro il Barcellona.

Italiano

Italiano e Mazzarri, prudenza pre Napoli-Fiorentina

Partendo da Italiano, è prudenza la parola chiave che accompagna i due tecnici alla vigilia: “Dalla vittoria per 3-1 da parte nostra contro il Napoli è passata una vita. Domani sarà tutt’altra partita. Di fronte avremo una squadra forte, degna del titolo di Campione d’Italia e imbottita di campioni. In campionato è andata bene, l’abbiamo sviluppata egregiamente: spero di ripeterci in questa semifinale”. Indizi anche sul possibile rientro di Nico Gonzalez: “Ha fatto solo 20 minuti con la squadra oggi, è ancora poco per inserirlo. Dodo? anche lui sta guarendo”.

Walter Mazzarri

La conferenza di Mazzarri, invece, si è spostata ben presto sulle novità che il Napoli promette di apportare alla rosa e al sistema di gioco: “Ci stiamo ragionando, ma dateci il tempo di lavorare. Abbiamo provato qualcosa di diverso settimane fa, ma lasciateci studiare. Simeone? Può giocare, domani saprete la formazione”. Il tecnico toscano ha poi offerto il suo punto di vista sull’Arabia: “Inutile nascondersi, il calcio in Europa è in crisi. Ci sono meno potenzialità economiche rispetto al campionato saudita, che si rafforzerà e rischia di portar via a squadre storiche sempre più calciatori”.

Sarri, l’attacco di De Siervo: “Anche lui fa parte del sistema”

Ma la Supercoppa Italiana, nei giorni scorsi, è stata anche oggetto di polemiche e scontri verbali. Sul tema calendario e sede del torneo si era infatti espresso Maurizio Sarri, tecnico della Lazio che affronterà il collega Inzaghi e la sua Inter nella seconda semifinale. All’ex Napoli e Juventus ha risposto De Siervo, ad della Lega Serie A: “Sarri parla di elemosina da parte del calcio italiano in Arabia? Spero sia stato frainteso. Non può aver detto una sciocchezza del genere. Anche lui fa parte di un sistema in cui si viene pagati dai ricavi e dalla possibilità di giocare queste gare”.

Serie A

Juventus, annunciato Thiago Motta: si avvicina Douglas Luiz

La Juventus ufficializza Thiago Motta come nuovo allenatore. L’ex Bologna succederà ad Allegri e siederà sulla panchina bianconera fino al 2027. In parallelo, si avvicina Douglas Luiz

Published

on

Thiago Motta

Dopo una lunga attesa arriva finalmente l’ufficialità. Thiago Motta sarà il nuovo allenatore della Juventus, che ha ufficializzato l’accordo fino al 2027 con l’ex allenatore del Bologna che seguiva sin da inizio anno. Al contempo, la Vecchia Signora è ad un passo da Douglas Luiz dall’Aston Villa, primo rinforzo per Motta insieme a Di Gregorio dal Monza. Per il centrocampista brasiliano, la Juventus è pronta a garantire 20 milioni agli inglesi insieme ai cartellini di Iling Jr e McKennie.

Continue Reading

Serie A

Conte al Napoli, le cifre dell’accordo con De Laurentiis

Contratto fino al 2027 e ingaggio da top assoluto: Antonio Conte torna in Serie A e lo fa sulla panchina del Napoli di Aurelio De Laurentiis

Published

on

Conte e De Laurentiis

La giornata di ieri ha sciolto ogni dubbio, semmai ce ne fossero ancora. Antonio Conte è il nuovo allenatore del Napoli e la tanto agognata firma sul contratto è stata apposta tra foto e sorrisi.

“Forza Napoli” ha ribadito il tecnico salentino intercettato dai primi microfoni, una dichiarazione d’amore che potrebbe stonare con il suo passato sportivo ma calza a pennello con la sua ambizione. Per questo, De Laurentiis ha optato per un triennale da 6 milioni a stagione, stesso ingaggio che all’ombra del Vesuvio si riserva al top player.

E Conte lo è, checché se ne dica: tre Scudetti con la Juventus e uno con l’Inter lo rendono pienamente consapevole dell’ambiente Serie A, soprattutto dell’alta classifica. Piazzamento da agguantare assolutamente per non ripetere la sciagurata annata appena conclusa ed in tal senso tanto – forse tutto – dipenderà dalle strategie di mercato dei prossimi mesi.

Continue Reading

Serie A

Inter, Oaktree ha deciso: Marotta è il nuovo presidente

Beppe Marotta è il nuovo presidente dell’Inter. Le quotazioni del dirigente nerazzurro sono decollate nelle ultime ore, fino alla finale approvazione da parte di Oaktree

Published

on

Marotta, Inter @Twitter

L’Inter muta i ruoli a livello dirigenziale e non solo per quanto riguarda la proprietà. Il fondo Oaktree, infatti, ha ufficializzato la nomina di Beppe Marotta come nuovo presidente del club nerazzurro.

L’ormai ex amministratore delegato è il 22º della storia dell’Inter a ricoprire tale carica e ha speso parole al miele per Oaktree: “Li ringrazio, sono orgoglioso di far parte dell’Inter. Questa nomina è il riconoscimento lavoro svolto da molte persone in questi 3 anni”.

Continue Reading

Trending