Connect with us

Serie A

L’Inter demolisce l’Atalanta: 4-0 e scatto Scudetto

Published

on

Lautaro Martinez, Inter

Senza rivali. L’Inter demolisce l’Atalanta e si porta a +12 sulla Juventus e +16 sul Milan, scrivendo quantomeno le prime lettere del proprio nome accanto alla dicitura Campione d’Italia 2023/24. Una prova di qualità e spessore tattico quella degli uomini di Simone Inzaghi, che ipotecano lo Scudetto dopo un sostanzioso spavento iniziale. Il recupero della 21° giornata di Serie A, infatti, si era aperto nel peggiore dei modi, con de Ketelaere bravo a trafiggere Sommer che di lì a poco tira un sospiro di sollievo.

Infatti, il VAR notifica all’arbitro un tocco di mano di Miranchuk poco prima che il pallone arrivasse sui piedi del belga della Dea, dunque l’annullamento della rete diviene diretta conseguenza. Di lì in poi, più Inter che Atalanta: prima la rete annullata a Barella per fuorigioco, poi l’1-0 firmato Darmian. Ma il vero mattatore si conferma essere Lautaro Martinez, che mette in porta un eurogol dal limite dell’area al sapore di supremazia tecnica. Un segnale alla Serie A e alla classifica marcatori: quest’anno non ce n’è per nessuno.

Simone Inzaghi, allenatore Inter
Simone Inzaghi, allenatore Inter

VAR e infortuni, ma il risultato è netto

Ad arrotondare il punteggio ci pensano Dimarco e Frattesi, con i due gol più chiacchierati della serata. Il primo poiché arriva su respinta di Carnesecchi, che neutralizza un rigore di Lautaro la cui assegnazione era sfuggita a tutti. Tranne al VAR, che ha analizzato al microscopio l’azione certificando che il pallone non avesse oltrepassato la linea di fondo prima di impattare sulla mano di Hateboer, in area atalantina. Una decisione che contraddice addirittura il guardalinee, che aveva assegnato rinvio dal fondo.

Sull’ex Sassuolo, invece, nessun impatto di natura arbitrale. Solo tanta apprensione visto che dopo il 4-0 ha chiesto il cambio per colpa di un fastidio al flessore accusato nell’esultanza, risultando di fatto l’unico neo di una serata in cui il nerazzurro più brillante è stato quello di casa. L’Atalanta, pur sconfitta, resta in piena corsa Champions mentre l’Inter ha chiarito le sue intenzioni. Lo ha fatto chiudendo con ogni probabilità il discorso Scudetto con largo anticipo, per potersi concentrare sul cammino europeo. Eventuale coronazione di una stagione che sta assumendo i tratti da “pezzo di storia”.

Serie A

Juventus, annunciato Thiago Motta: si avvicina Douglas Luiz

La Juventus ufficializza Thiago Motta come nuovo allenatore. L’ex Bologna succederà ad Allegri e siederà sulla panchina bianconera fino al 2027. In parallelo, si avvicina Douglas Luiz

Published

on

Thiago Motta

Dopo una lunga attesa arriva finalmente l’ufficialità. Thiago Motta sarà il nuovo allenatore della Juventus, che ha ufficializzato l’accordo fino al 2027 con l’ex allenatore del Bologna che seguiva sin da inizio anno. Al contempo, la Vecchia Signora è ad un passo da Douglas Luiz dall’Aston Villa, primo rinforzo per Motta insieme a Di Gregorio dal Monza. Per il centrocampista brasiliano, la Juventus è pronta a garantire 20 milioni agli inglesi insieme ai cartellini di Iling Jr e McKennie.

Continue Reading

Serie A

Conte al Napoli, le cifre dell’accordo con De Laurentiis

Contratto fino al 2027 e ingaggio da top assoluto: Antonio Conte torna in Serie A e lo fa sulla panchina del Napoli di Aurelio De Laurentiis

Published

on

Conte e De Laurentiis

La giornata di ieri ha sciolto ogni dubbio, semmai ce ne fossero ancora. Antonio Conte è il nuovo allenatore del Napoli e la tanto agognata firma sul contratto è stata apposta tra foto e sorrisi.

“Forza Napoli” ha ribadito il tecnico salentino intercettato dai primi microfoni, una dichiarazione d’amore che potrebbe stonare con il suo passato sportivo ma calza a pennello con la sua ambizione. Per questo, De Laurentiis ha optato per un triennale da 6 milioni a stagione, stesso ingaggio che all’ombra del Vesuvio si riserva al top player.

E Conte lo è, checché se ne dica: tre Scudetti con la Juventus e uno con l’Inter lo rendono pienamente consapevole dell’ambiente Serie A, soprattutto dell’alta classifica. Piazzamento da agguantare assolutamente per non ripetere la sciagurata annata appena conclusa ed in tal senso tanto – forse tutto – dipenderà dalle strategie di mercato dei prossimi mesi.

Continue Reading

Serie A

Inter, Oaktree ha deciso: Marotta è il nuovo presidente

Beppe Marotta è il nuovo presidente dell’Inter. Le quotazioni del dirigente nerazzurro sono decollate nelle ultime ore, fino alla finale approvazione da parte di Oaktree

Published

on

Marotta, Inter @Twitter

L’Inter muta i ruoli a livello dirigenziale e non solo per quanto riguarda la proprietà. Il fondo Oaktree, infatti, ha ufficializzato la nomina di Beppe Marotta come nuovo presidente del club nerazzurro.

L’ormai ex amministratore delegato è il 22º della storia dell’Inter a ricoprire tale carica e ha speso parole al miele per Oaktree: “Li ringrazio, sono orgoglioso di far parte dell’Inter. Questa nomina è il riconoscimento lavoro svolto da molte persone in questi 3 anni”.

Continue Reading

Trending