Connect with us

Calciomercato

Di Lorenzo, la Juventus ci prova: il Napoli fissa il prezzo

La Juventus sonda il terreno per Di Lorenzo, ai ferri corti con il Napoli: prima offerta da parte di Giuntoli, che attende una risposta dal suo ex presidente

Published

on

Di Lorenzo, Napoli

Una svolta del tutto inattesa nel calciomercato made in Serie A. Giovanni Di Lorenzo lascerà quasi sicuramente il Napoli, dopo tre stagioni e uno Scudetto vinto da capitano. A comunicarlo è stato il suo agente, Mario Giuffredi, che ha confermato come il terzino partenopeo non senta più la fiducia della società.

Cambiare aria, dunque, è l’unica soluzione e tra le big italiane la Juventus appare quella più interessata a Di Lorenzo: anche grazie al rapporto con Giuntoli, il calciatore della Nazionale potrebbe vestire bianconero dal prossimo luglio. Intanto, sembrerebbe esserci stato il primo affondo, un’offerta da 20/25 milioni che il Napoli starebbe attenzionando in queste ore.

Calciomercato

Morata vuole l’Italia: non solo Juventus in corsa

Alvaro Morata lancia un messaggio all’Europeo con la sua Spagna, prossimo avversario dell’Italia. E il suo ritorno in Serie A, ad oggi, è tutt’altro che impossibile

Published

on

Morata, Spagna

Un gol all’esordio contro la Croazia e una brillante vittoria della sua Spagna hanno permesso ad Alvaro Morata di partire con il piede giusto ad Euro 2024. In attesa di sfidare l’Italia, l’attaccante dell’Atletico Madrid strizza l’occhio proprio al Bel Paese dove ha militato in due avventure diverse con la maglia della Juventus.

Non solo Juve

E proprio i bianconeri monitorano la sua situazione dato che – come riportato da Fabrizio Romano – Morata avrebbe intenzione di tornare in Serie A ed il legame con Torino non si è mai spezzato, anzi. Per questo la Vecchia Signora ricoprirebbe un ruolo di favore nella scelta di Alvaro, soprattutto vista la possibilità di replicare la partenza di Kean in direzione Madrid, sfumata nello scorso mercato.

Occhio, tuttavia, al ritorno di fiamma della Roma e alla volontà del Milan di affidarsi su un nome di spessore per sostituire Giroud. Nel primo caso, l’addio di Lukaku costringerà i Friedkin ad un pesante investimento per un 9 da alternare con Abraham, con il classico nodo dell’ingaggio da sciogliere. Per il Diavolo, invece, c’è prima il sogno Zirkzee da portare avanti.

Continue Reading

Calciomercato

Roma, apertura da Chiesa: ora serve tempo

Chiesa non chiude le porte alla Roma, ma a causa dell’Europeo imminente ci sarà da attendere per ulteriori approfondimenti

Published

on

Chiesa

Segnali incoraggianti, trattativa ancora tutta da sbloccare. Serviranno tempo e pazienza, ma una prima apertura da parte di Federico Chiesa alla Roma c’è stata. Merito del lavoro del suo agente Ramadani, che grazie al colloquio con i vertici del club giallorosso ha chiarito la posizione del calciatore della Juventus. Nulla di immediato, tuttavia, a causa dell’Europeo imminente e del focus che Chiesa mantiene massimo – praticamente esclusivo – sulla Nazionale di Spalletti. Nel frattempo, la Roma non molla neanche la pista Boga che nel Nizza ha lavorato con il nuovo ds Ghisolfi e potrebbe pertanto godere di una corsia preferenziale.

Continue Reading

Calciomercato

Rabiot rallenta, il Milan ci pensa

Il Milan tenta Rabiot, in scadenza con la Juventus che prova l’ultimo scatto per il rinnovo: nodo ingaggio per il club rossonero

Published

on

Rabiot

Con un anno di distanza in casa Juventus si torna a fare i conti con il rinnovo di Adrien Rabiot. L’ultima proposta – secondo fonti multiple e le ultime conferme – si aggirerebbe attorno ad un biennale da 7 milioni di euro, che il francese e sua madre-agente Veronique starebbero valutando non senza qualche riserva. La principale si chiama Manchester United con l’annesso fascino di un’avventura in Premier League, ma occhio alle sirene provenienti dalla Serie A.

Il Milan, in attesa di Fonseca, ha chiesto informazioni sulla fattibilità dell’operazione per rinforzare il centrocampo con Rabiot a parametro zero. Il nodo in tal caso è l’ingaggio: il tetto salariale del club rossonero non prevede uno sforzo da più di 7 milioni a stagione. Dunque Cardinale potrebbe proporre un contratto più lungo, con bonus cospicui e l’ingaggio spalmato nel corso degli anni.

Continue Reading

Trending