Connect with us

Ciclismo

Ciclismo, Plapp leader nella Parigi-Nizza: rebus doping in Spagna

Published

on

Luke Plapp

Una giornata a due facce per quanto riguarda l’universo del ciclismo. La prima è il volto sorridente di Luke Plapp, che come nella giornata di ieri si conferma in testa alla Parigi-Nizza 2024 pur non vincendo la tappa del giorno. Il quinto successo, infatti, scivola tra le mani di Olav Kooij che ha il merito di attaccare al momento giusto battendo il resto del gruppo di testa in volata. Decisivo lo strappo degli ultimi 100 metri di percorso, in cui il ciclista del Team Visma si è lasciato alle spalle Pedersen e Ackermann. Settimo l’italiano Matteo Trentin, che milita nella stessa squadra di Kooij.

La generale, come detto, è ancora governata da Plapp che precede di tredici secondi il vincitore della quarta tappa della Parigi-Nizza, Santiago Buitrago, con McNulty ed Almeida rispettivamente al terzo e quarto posto in classifica. Evanepoel, invece, si conferma al quinto posto con Roglic sempre più fuori dalla Top 10, che si chiude con Rigoberto Uran e Carlos Rodriguez.

Surreale in Spagna: arriva l’antidoping, ritiro di gruppo

L’altra faccia della medaglia per quanto riguarda il ciclismo in data odierna è inerente ad un sospetto caso di doping di gruppo. La notizia giunge direttamente dalla Spagna, dove si corre il Torneo Interclub Vinalopò a Villena e 130 ciclisti su 182 hanno annunciato un improvviso ritiro. I sospetti insorgono dal momento che tale avviso è arrivato agli organizzatori non appena è stata resa nota la presenza della CELAD, la commissione spagnola antidoping.

Un momento surreale commentato dal secondo classificato finale, Alvaro Marzà: “Controllo Antidoping = foratura delle gomme. Spero vengano presi provvedimenti”. A maggior ragione dopo che 52 dei 130 ritirati non hanno fornito alcuna giustificazione ufficiale in merito alla loro mancata ripartenza.

Ciclismo

Giro d’Italia, Pogacar dominante: sorride l’Italia con Milan e Tiberi

Pogacar dominato come da pronostico il Giro d’Italia 2024, aggiudicandosi la maglia rosa per la prima volta in carriera. Ottimi risultati per l’Italia con Milan e Tiberi

Published

on

Pogacar

Si è conclusa l’edizione del 2024 del Giro d’Italia. Era l’unico vero favorito della vigilia e non ha tradito le aspettative: Tadej Pogacar si è aggiudicato per la prima volta in carriera la maglia rosa. Un risultato, di fatto, mai in discussione, ma che ha visto lo sloveno continuare a dominare disputando, di fatto, una gara a parte.

Un’edizione che, comunque, si tinge anche sullo sfondo dei colori dell’Italia, che si aggiudica sia la maglia ciclamino che quella bianca. La classifica a punti, infatti, ha visto trionfare Jonathan Milan, beffato, tra l’altro, all’ultima tappa da Tim Merlier. Il miglior giovane, invece, se lo è aggiudicato Antonio Tiberi che ha anche centrato il quinto posto nella classifica vinta da Pogacar.

Continue Reading

Ciclismo

Giro d’Italia, successo di Alaphilippe a Fano: Pogacar resta in rosa

Alaphilippe vince la tappa del Giro d’Italia a Fano, ma è Pogacar a mantenere stretta la maglia rosa, così come il nostro Milan guida saldo la classifica a punti

Published

on

Alaphilippe, giro d'Italia

È Alaphilippe ad aggiudicarsi la 12a tappa del giro d’Italia, che ha preso il via a Martinsicuro con destinazione Fano. L’ex campione del mondo si è reso protagonista di tutta la frazione, riuscendo a resistere a Narvaez e Hermans, che hanno completato il podio.

Una tappa di “riposo” per Tadej Pogacar che mantiene però salda la maglia rosa a 2:40 di distanza da Martinez secondo. Jonathan Milan, invece, guida sempre la classifica a punti. L’italiano peraltro si era aggiudicato la sua seconda tappa a Francavilla al Mare. Anche la maglia bianca porta la firma dell’Italia, con Antonio Tiberi che comanda nella classifica degli under 26, con 56 secondi di vantaggio dal connazionale Filippo Zana.

Continue Reading

Ciclismo

Giro d’Italia, Sanchez beffa Alaphilippe: Piccolo 4°, Pogacar maglia rosa

Pelayo Sanchez vince la sesta tappa del Giro d’Italia: battuto Alaphilippe in volata, Piccolo chiude 4°. Pogacar conserva la maglia rosa

Published

on

Pelayo Sanchez

Si chiude la sesta tappa del Giro d’Italia, quella dello sterrato, con l’arrivo a Rapolano terme. La sorpresa di giornata è lo spagnolo Pelayo Sanchez, il quale batte in volata, sulla linea del traguardo, Alaphilippe. Terzo nella tappa è Lucas Plapp, a chiudere il gruppo di testa, mentre è Andrea Piccolo a guidare gli inseguitori, 4°.

Pogacar non strappa ma gestisce, strategia conservativa in vista della prova cronometro di domani. Foligno-Perugia sarà, infatti, la settima tappa. Lo sloveno conserva, dunque, la maglia rosa, con l’immutato vantaggio di 46″.

Continue Reading

Trending