Connect with us

Serie A

Bologna in Champions, è storia: Juventus ok, la Roma si arrende all’Atalanta

Il Bologna centra la prima storica qualificazione in Champions League dopo 60 anni di attesa: aritmetica anche per la Juventus, corsa a tre per l’ultimo piazzamento utile

Published

on

Esultanza Bologna

Una manciata di curve per chiudere una pazza stagione di Serie A. Non tanto per lo Scudetto, ampiamente assegnato all’Inter che si diverte con il 5-0 sul campo del Frosinone, quanto per la corsa alla Champions League e alle altre competizioni europee. Alla vigilia della 36° giornata soltanto Inter e Milan erano certi della partecipazione alla prossima edizione, la prima con cinque partecipanti dal campionato italiano.

Alla luce della vittoria dell’Atalanta sulla Roma, la lista si allunga e piovono ufficialità. La prima è quella della Juventus, che fallisce il match point interno con la Salernitana agguantando l’1-1 al 92′ con Rabiot, ma sorride grazie al punteggio di Bergamo. Il tutto prima di affrontare proprio la Dea in finale di Coppa Italia.

Adrien Rabiot Juventus
Adrien Rabiot, Juventus

Bologna in festa, la Dea decide la Champions

La storia più bella, però, giunge da Casteldebole al termine di due giorni da sogno per la Bologna del calcio. Il weekend da sogno era già iniziato con l’anticipo del sabato grazie al 2-0 a domicilio sul campo del Napoli firmato da Ndoye e Posch, dunque l’apoteosi è esplosa al momento del fischio finale del posticipo della domenica.

I ragazzi di Thiago Motta, riuniti per l’occasione, hanno assistito al 2-1 dell’Atalanta firmato de Ketelaere e al 90′ è esplosa la festa. Il Bologna giocherà la prossima Champions League, picco più alto della sua storia da 60 anni a questa parte, quando vinse lo storico Scudetto nello spareggio con l’Inter. Per le strade della città è esplosa la festa di chi ha raggiunto un traguardo impensabile ad inizio torneo, mentre altrove c’è chi ancora spera.

Per il quinto posto, l’ultimo valido per la Champions, ora è corsa a tre tra Dea, Roma e Lazio. Proprio uno dei due club capitolini potrebbe ritrovarsi nell’Europa che conta da sesto in classifica, qualora la formazione di Gasperini dovesse vincere l’Europa League senza classificarsi tra le prime quattro in Serie A.

Serie A

Juventus, annunciato Thiago Motta: si avvicina Douglas Luiz

La Juventus ufficializza Thiago Motta come nuovo allenatore. L’ex Bologna succederà ad Allegri e siederà sulla panchina bianconera fino al 2027. In parallelo, si avvicina Douglas Luiz

Published

on

Thiago Motta

Dopo una lunga attesa arriva finalmente l’ufficialità. Thiago Motta sarà il nuovo allenatore della Juventus, che ha ufficializzato l’accordo fino al 2027 con l’ex allenatore del Bologna che seguiva sin da inizio anno. Al contempo, la Vecchia Signora è ad un passo da Douglas Luiz dall’Aston Villa, primo rinforzo per Motta insieme a Di Gregorio dal Monza. Per il centrocampista brasiliano, la Juventus è pronta a garantire 20 milioni agli inglesi insieme ai cartellini di Iling Jr e McKennie.

Continue Reading

Serie A

Conte al Napoli, le cifre dell’accordo con De Laurentiis

Contratto fino al 2027 e ingaggio da top assoluto: Antonio Conte torna in Serie A e lo fa sulla panchina del Napoli di Aurelio De Laurentiis

Published

on

Conte e De Laurentiis

La giornata di ieri ha sciolto ogni dubbio, semmai ce ne fossero ancora. Antonio Conte è il nuovo allenatore del Napoli e la tanto agognata firma sul contratto è stata apposta tra foto e sorrisi.

“Forza Napoli” ha ribadito il tecnico salentino intercettato dai primi microfoni, una dichiarazione d’amore che potrebbe stonare con il suo passato sportivo ma calza a pennello con la sua ambizione. Per questo, De Laurentiis ha optato per un triennale da 6 milioni a stagione, stesso ingaggio che all’ombra del Vesuvio si riserva al top player.

E Conte lo è, checché se ne dica: tre Scudetti con la Juventus e uno con l’Inter lo rendono pienamente consapevole dell’ambiente Serie A, soprattutto dell’alta classifica. Piazzamento da agguantare assolutamente per non ripetere la sciagurata annata appena conclusa ed in tal senso tanto – forse tutto – dipenderà dalle strategie di mercato dei prossimi mesi.

Continue Reading

Serie A

Inter, Oaktree ha deciso: Marotta è il nuovo presidente

Beppe Marotta è il nuovo presidente dell’Inter. Le quotazioni del dirigente nerazzurro sono decollate nelle ultime ore, fino alla finale approvazione da parte di Oaktree

Published

on

Marotta, Inter @Twitter

L’Inter muta i ruoli a livello dirigenziale e non solo per quanto riguarda la proprietà. Il fondo Oaktree, infatti, ha ufficializzato la nomina di Beppe Marotta come nuovo presidente del club nerazzurro.

L’ormai ex amministratore delegato è il 22º della storia dell’Inter a ricoprire tale carica e ha speso parole al miele per Oaktree: “Li ringrazio, sono orgoglioso di far parte dell’Inter. Questa nomina è il riconoscimento lavoro svolto da molte persone in questi 3 anni”.

Continue Reading

Trending