Connect with us

Europa

Zaccagni d’Italia al 98′: Azzurri agli ottavi, ma così non va

La magia di Zaccagni oscura solo in parte una prova altamente insufficiente dell’Italia, che rischia con la Croazia ma poi agguanta gli ottavi di Euro 2024: ora la Svizzera, ma una prestazione analoga potrebbe non bastare

Published

on

Zaccagni

Lo spettro delle eliminazioni passate aveva già preso forma sotto il cielo di Lipsia, con la Croazia pronta ad essere l’erede di Slovacchia ed Uruguay, tanto per dirne un paio. E invece l’Italia ha tirato fuori le ultime energie – le prime in assoluto consumate in modo corretto, a differenza delle altre – e grazie ad una magia di Zaccagni ha strappato il pass per gli ottavi.

L’1-1 finale è figlio di una prova ampiamente insufficiente per 97′ e 30″, con un unico acuto a spezzare il fiato croato a 7″ dal termine. Un allineamento di pianeti che momentaneamente fa dimenticare gli errori di Jorginho e Barella, l’anonimato di Dimarco e Pellegrini, lo spaesamento di Retegui. Coerente con il suo essere fenomeno, invece, Gigio Donnarumma che para il rigore a Modric ma poi capitola su un suo tap-in, dopo l’ennesimo miracolo.

Dimarco, Italia
Dimarco, Italia

Italia, ora c’è la Svizzera

Chiesa – inizialmente escluso per un Raspadori impalpabile – dà spirito ma predica nel deserto, si salvano Bastoni e Calafiori. E proprio dal difensore del Bologna parte la cavalcata determinante: lui che di professione fa il centrale arretrato serve a Zaccagni un cioccolatino. All’esterno della Lazio il merito di aver fotocopiato il gol di Del Piero a Dortmund nel 2006 al secondo pallone toccato, testimoniando con i fatti come lo stesso CT Spalletti abbia azzeccato poco o nulla nell’assetto e nella tempestività dei cambi.

Ora, che sia per fortuna o finale bravura, l’Italia si è conquistata la possibilità di navigare da un lato del tabellone piuttosto intrigante. Ma guai a commettere l’errore di guardare oltre l’orizzonte: prima c’è la Svizzera, che ha rischiato di inguaiare l’Europeo della Germania poco più di 24 ore fa e che conosce benissimo la nostra Nazionale. Alla quale ora tocca l’arduo compito di tornare compatta, consapevole ed imprevedibile. Altrimenti tirar fuori un altro coniglio dal cilindro si rivelerà impresa quasi impossibile.

Europa

Spagna-Inghilterra, la finale di Euro 2024: probabili formazioni

Il countdown è iniziato. Spagna-Inghilterra è la finale di Euro 2024, in programma a Berlino alle ore 21:00: le probabili informazioni

Published

on

Lamine Yamal

Pochi ma significativi cambiamenti per scrivere la storia: è il giorno della finale di Euro 2024 all’Olympiastadion di Berlino e Spagna-Inghilterra attirerà gli occhi del mondo. Per mettere le mani sulla coppa per la terza volta nella storia, le Furie Rosse recuperano gli squalificati Carvajal e Le Normand lasciando, di contro, totalmente invariato il fronte offensivo. Confermatissimo Morata, dunque, che al termine del torneo diventerà il nuovo attaccante del Milan.

L’Inghilterra risponde con la seconda finale consecutiva raggiunta in un Europeo e Southgate è orientato a preservare per intero gli 11 che hanno battuto l’Olanda in semifinale. Intoccabili Bellingham e Foden alle spalle di Kane, mentre Trippier appare in vantaggio su Shaw per la corsia di sinistra. Il modulo sarà il classico 3421 e in caso di successo per i Tre Leoni si tratterà della prima vittoria in un Europeo della propria storia.

Continue Reading

Europa

Ranking UEFA, per l’Italia domina la Roma: City in vetta

La Roma si piazza più in alto di tutte nel nuovo Ranking UEFA: segue l’Inter, che stacca in maniera decisa Milan e Juventus

Published

on

Dybala

La UEFA, a ridosso della finale di Euro 2024, ha pubblicato l’ultimo aggiornamento del proprio Ranking. Una griglia che restituisce la dimensione del cammino delle big europee negli ultimi anni per quanto riguarda Champions, Europa e Conference League. E che, pertanto, influenza la creazione delle fasce di sorteggio per la prossima stagione, la prima dopo il cambiamento di format.

In vetta troviamo il Manchester City davanti al Real Madrid – nonostante la vittoria dell’ultima Champions – e al quinto posto la prima italiana, la Roma. A premiare i giallorossi, i longevi cammini in Conference ed Europa League delle ultime tre annate che li posizionano davanti al PSG. Per quanto riguarda le altre formazioni della Serie A, l’Inter occupa la 10° piazza, l’Atalanta la 20°, il Napoli è 21° davanti a Milan e Juventus. Chiudono la Lazio al 31° posto e la Fiorentina al 36°.

Continue Reading

Europa

It’s coming home? Inghilterra in finale, Watkins gela l’Olanda

Un gol di Watkins manda l’Inghilterra in Paradiso: Tre Leoni in finale di Euro 2024, solo lacrime per un’Olanda che ha comunque ben figurato nel torneo

Published

on

Watkins

Ai posteri l’ardua sentenza. Anche se non ci sarà molto da attendere, visto che il prossimo 14 luglio si avrà finalmente una risposta alla domanda più vecchia della storia del calcio: It’s coming home? Tradotto: l’Inghilterra – seconda finale in due Europei consecutivi – riuscirà a vincere la coppa?

A Dortmund, ad aprire le marcature era stata l’Olanda di Koeman con il talento di Xavi Simons a cui il vestito dell’RB Lipsia, dopo Euro 2024, comincia a stare stretto. E se per il mercato bisognerà ancora attendere, per la moviola c’è sempre spazio: un contatto in area tra Dumfries e Kane sancisce il penalty per i Tre Leoni. Così l’Inghilterra pareggia, proprio con il bomber del Bayern.

Dopo occasioni sporadiche e ritmi abbassati progressivamente, a far sorridere Southgate ci ha pensato l’eroe che non ti aspetti. Di Watkins la marcatura al 90′ che gela l’Olanda, un diagonale che somiglia tanto a quei gol che hanno fatto la storia di Europei e Mondiali. Reti inattese, tirate fuori dal cilindro nei minuti conclusivi e che sono segnali belli e buoni. La Spagna è avvisata, ora il focus è tutto alla notte di Berlino.

Continue Reading

Trending