Connect with us

Basket

Preolimpico 3×3, Ungheria KO: Italia-Canada ai quarti in LIVE Streaming

L’Italia piega le padrone di casa dell’Ungheria per 19-18: Azzurre ai quarti di finale contro il Canada nel Preolimpico 3×3 di Debrecen. Segui la partita in LIVE Streaming

Published

on

Italia Preolimpico 3x3

Battendo 19-18 le padrone di casa dell’Ungheria, la Nazionale 3×3 Femminile ha ottenuto il passaggio ai Quarti di finale al torneo preolimpico di Debrecen: le magiare sono passate conquistando il primo posto, Italia seconda davanti ai Paesi Bassi per miglior ranking nella classifica avulsa e domenica 19 maggio l’avversaria sarà il temibile Canada (17.15). Di seguito si potrà seguire la partita in LIVE Streaming.

Questo il quadro completo dei Quarti di finale:

  • Germania-Giappone
  • Ungheria-Repubblica Ceca
  • Canada-Italia
  • Spagna-Polonia

Ancora una volta, a distanza di tre anni dal preolimpico che ha preceduto i Giochi Olimpici di Tokyo, le Azzurre sono state capaci di ammutolire la splendida Arena di Debrecen, anche se ovviamente il canestro segnato nel 2021 da Rae Lin D’Alie ebbe un peso diverso perché ci schiuse le porte delle Olimpiadi.

Italia-Ungheria, il match

Dopo il successo (21-18) dei Paesi Bassi su Israele, le Azzurre erano obbligate a vincere segnando almeno 16 punti. Lo avessero fatto con più di 4 punti di scarto, avrebbero addirittura ottenuto il primo posto della Pool D. Più che convincente la prestazione della squadra allenata da Andrea Capobianco (il coach ha dedicato la vittoria a Giancarlo Migliola, addetto stampa al seguito della squadra, che proprio oggi ha perso il papà), che di fatto è rimasta sempre avanti toccando anche in due occasioni il +4. Nel finale, dopo che Kiss aveva ristabilito la parità a quota 17, sono stati i due liberi di Spreafico a tenerci in vita, perché a 5 secondi dall’ultima sirena Papp ha convertito solo uno dei liberi a sua disposizione. Sul rimbalzo di D’Alie si è chiusa la partita.

Andrea Capobianco

Italia-Ungheria 19-18

Italia: D’Alie 4, Consolini 1, Madera 5, Spreafico 9.

Ungheria: Kiss 5, Papp 7, Szabo 5, Borondy 1.

Nella prima giornata di gare, dopo il ko all’esordio con i Paesi Bassi (9-13), l’Italia ha superato agevolmente Israele 21-11: ottima la prova di Madera, cercata con insistenza in post basso e molto efficace nel gioco spalle a canestro. L’Italia si è sciolta dopo aver raggiunto il 7-1 trovando poi diversi canestri dall’arco da parte di Consolini, D’Alie e Spreafico.

All’esordio invece, i Paesi Bassi avevano preso un buon margine di vantaggio in apertura di gara (5-0) e poi non hanno più permesso all’Italia di riavvicinarsi. Decisiva per le Orange la prova di Driessen, abile a trovare canestri dal perimetro e in post basso.

Nelle altre partite della Pool D le padrone di casa dell’Ungheria si erano imposte 21-16 su Israele e poi sui Paesi Bassi 13-11.

Da ognuno dei 4 gironi si qualificano due squadre, che accedono ai Quarti di finale. Tutte le partite della fase decisiva si giocano domenica 19 maggio, dal preolimpico di Debrecen saranno tre le Nazionali che otterranno un pass per i Giochi Olimpici di Parigi 2024.

Francia, Stati Uniti, Cina (da Ranking FIBA 3×3) e le due vincitrici dei precedenti tornei pre-olimpici, ovvero Australia e Azerbaigian, sono già qualificate.

NBA

Celtics, NBA e MVP: Brown regala record e storia a Boston

I Boston Celtics fanno proprio il 18° titolo NBA piegando i Dallas Mavericks di Doncic: Tatum storia da clinching game, Brown MVP per il record

Published

on

Boston Celtics

I Boston Celtics piegano i Dallas Mavericks in Gara-5 e si regalano il 18° titolo NBA. Record assoluto, nessuno come i Celts e Brown in NBA, in pochi come il leader trascinatore Tatum. Lo 0 dei Green si consegna alla storia con un 30+10 nel clinching game, affare di soli 5 predecessori della caratura di Jordan e Curry, per dirne due. Jayden Brown, ciliegina sulla torta celebrativa del titolo, è MVP.

106-88, chiusa come l’apertura. Boston spazza via Dallas e scrive una nuova pagina della storia NBA: nessuna franchigia può vantare 18 titoli in bacheca. 107-89, 105-98, 106-99, 84-122, 106-88, la marcia infermabile dei ragazzi di Joe Mazzulla travolge Doncic e compagni.

Celtics campioni NBA, Tatum e Brown eroi di Boston

Tatum e Brown si confermano élite assoluta in NBA, lasciando poco più che le briciole al talento cristallino di Doncic, trascinatore assoluto dei Mavs, alle finals tra meriti e sorpresa. Il trionfo di Boston è la diretta conseguenza di una regular season perfetta: leader della Eastern Conference, migliori per rateo in tutta la lega.

Il marchio di fabbrica di casa Celtics, i tiri da tre, si ripropongono anche alle finals. Dallas non può nulla, così come chi i predecessori ai play-off. Un percorso ai limiti dell’immacolato: 4-1 ai Miami Heat, altrettanto ai Cleveland Cavaleirs, 4-0 senza appello ai Pacers di Indiana, poi l’ultima perla. Atto finale dal significato della storia, per Brown, Tatum, Boston e l’NBA tutta.

Continue Reading

Basket

Basket, Polonara, Melli e Tonut si aggregano alla Nazionale: Pre Olimpico alle porte

Polonara, Melli, Tonut e non solo si aggregheranno alla Nazionale in vista dell’amichevole con la Georgiua che precede il torneo Pre Olimpico

Published

on

Allenamento Nazionale Basket

Comincia a comporsi il roster definitivo degli Azzurri in vista del Torneo Pre Olimpico in Portorico (2/7 luglio). Si aggregheranno alla squadra domani, martedì 18 giugno, gli atleti Awudu Abass, Giordano Bortolani, Guglielmo Caruso, Nicolò Melli, Alessandro Pajola, Achille Polonara, Giampaolo Ricci e Stefano Tonut.

Sono stati invece autorizzati a lasciare oggi il raduno Azzurro Amedeo Tessitori, Tomas Woldetensae, Leonardo Marangon, Federico Miaschi, Grant Basile, Francesco Ferrari, Leonardo Faggian, Federico Poser e Mattia Palumbo.

Così il CT Gianmarco Pozzecco: “Devo spendere due parole per ringraziare di cuore tutti i ragazzi che in questi giorni non si sono mai risparmiati durante gli allenamenti. Sono sempre più convinto che questo periodo sia stato un’occasione impagabile per noi di vedere all’opera atleti interessanti e che spero possano crescere ancora. Con enorme rammarico salutiamo Amedeo Tessitori, giocatore che per abilità, esperienza e status avrebbe meritato di giocare il Pre Olimpico e Tomas Woldetensae, giocatore di alto livello che meritava di rimanere con noi. In questa estate così serrata è già il momento di fare scelte dolorose”.

Si sono uniti alla squadra anche l’assistente allenatore Giuseppe Poeta e il preparatore fisico Matteo Panichi.

Mercoledì 19 giugno dalle 17.00, in Piazza Marconi a Folgaria, l’Azzurro Awudu Abass intervisterà, insieme a Tommaso Marino, il compagno di club e di Nazionale Achille Polonara nell’ambito del suo podcast “Step Out On Tour”. Anche in questo caso, l’evento è aperto al pubblico.

Sabato 22 giugno avrà luogo a Trento la conferenza stampa di presentazione dell’amichevole che gli Azzurri disputeranno a Trento il giorno successivo, domenica 23 giugno, contro la Georgia. La conferenza si terrà presso Palazzo Benvenuti alle ore 16.00.

Il soggiorno in Trentino si chiuderà quindi proprio domenica 23 giugno alla “Il T Quotidiano Arena” alle 19.00 con la decima edizione della “Trentino Basket Cup” e la sfida alla Georgia di Tornik’e Shengelia. Inizio previsto per le 19.00 con diretta su Sky Sport.

Continue Reading

Basket Italiano

Olimpia Milano campione, three-peat per Messina: Virtus ko in Gara-4

Olimpia Milano campione d’Italia per la 31esima volta, la terza consecutiva, valevole per il three-peat di coach Messina: Virtus Bologna ko in Gara-4

Published

on

Olimpia Milano

Olimpia Milano nuovamente campione d’Italia. Terza volta consecutiva, la trentunesima nella propria storia: così coach Ettore Messina eguaglia le gesta di Dan Peterson, l’ultimo a riuscire nel three-peat. La Virtus Bologna guidata da Banchi, così, è costretta ad arrendersi nuovamente al cospetto dei rivali.

Troppa Olimpia Milano per la Virtus Bologna, troppo Mirotic per i ragazzi di Banchi. 30 punti in 27′ disegnano, oltre ad una prestazione superlativa per i suoi, anche lo Scudetto numero 31 per le Scarpette Rosse.

La Virtus Bologna regge l’urto sino a Gara-4, prima di cedere dinanzi all’Unipol Forum. La netta, quanto evidente, differenza quanto alla forma dei due quintetti non può che concedere il fianco all’Olimpia: il risultato è l’85-73 finale, quanto basta a Messina per aggiungere una nuova, ennesima, pagina nel libro della storia del basket italiano.

Continue Reading

Trending