Connect with us

Serie A

Si rivede Immobile, ma non basta: Monza-Lazio termina 2-2

Sfuma una vittoria di importanza cruciale per la Lazio, costretta ad un pari dal Monza: nel 2-2 brianzolo si rivede Immobile, ma Djuric ruba la scena all’attacco di Tudor

Published

on

Immobile, Lazio

Dopo lo scialbo 0-0 dell’Olimpico tra Torino e Bologna, la 35° giornata di Serie A sblocca il proprio tabellino generale all’U-Power, ex Brianteo. In quel di Monza riappare all’improvviso il graffio di Ciro Immobile, che non segnava dallo scorso 14 febbraio quando su rigore aveva definito la vittoria della Lazio sul Bayern Monaco.

Un gol che fa morale e porta momentaneamente in vantaggio i ragazzi di Tudor, nonostante lo screzio a metà primo tempo tra Zaccagni e il tecnico. Già ammonito, infatti, l’attaccante rischia l’espulsione in due occasioni e così viene sostituito per preservare la parità numerica. Una scelta che il numero 20 non prende benissimo, avviandosi direttamente negli spogliatoi.

Zaccagni, Lazio
Zaccagni, Lazio

Monza-Lazio, finale imprevedibile: Djuric frena Tudor

La beffa arriva tre minuti dopo l’ingresso in campo di Casale, suo sostituto, che si fa sventolare in faccia il cartellino giallo in un match che la Lazio termina con cinque ammoniti. Nessuno invece in casa Monza, che pazientemente resta in gara fino alla giostra di cambi che dona freschezza all’undici di Palladino.

Un effetto immediato che si traduce nell’1- 1 firmato da Djuric, illusorio per i brianzoli nell’arco di neanche 10′. A ristabilire il momentaneo vantaggio in casa Lazio ci pensa Matias Vecino, subentrato a inizio secondo tempo a Kamada e rapace nel punire la troppo statica difesa monzese.

Un successo che a quel punto sembra scritto, ma non per il gigante di Palladino. Sempre Djuric infatti capitalizza un assist di Pessina e batte Mandas per pareggiare i conti, stavolta in maniera definitiva. Il 2-2 finale rallenta la rimonta Champions della Lazio, che ora vede la Roma – impegnata con la Juventus – a tre lunghezze di distanza.

Serie A

Juventus, annunciato Thiago Motta: si avvicina Douglas Luiz

La Juventus ufficializza Thiago Motta come nuovo allenatore. L’ex Bologna succederà ad Allegri e siederà sulla panchina bianconera fino al 2027. In parallelo, si avvicina Douglas Luiz

Published

on

Thiago Motta

Dopo una lunga attesa arriva finalmente l’ufficialità. Thiago Motta sarà il nuovo allenatore della Juventus, che ha ufficializzato l’accordo fino al 2027 con l’ex allenatore del Bologna che seguiva sin da inizio anno. Al contempo, la Vecchia Signora è ad un passo da Douglas Luiz dall’Aston Villa, primo rinforzo per Motta insieme a Di Gregorio dal Monza. Per il centrocampista brasiliano, la Juventus è pronta a garantire 20 milioni agli inglesi insieme ai cartellini di Iling Jr e McKennie.

Continue Reading

Serie A

Conte al Napoli, le cifre dell’accordo con De Laurentiis

Contratto fino al 2027 e ingaggio da top assoluto: Antonio Conte torna in Serie A e lo fa sulla panchina del Napoli di Aurelio De Laurentiis

Published

on

Conte e De Laurentiis

La giornata di ieri ha sciolto ogni dubbio, semmai ce ne fossero ancora. Antonio Conte è il nuovo allenatore del Napoli e la tanto agognata firma sul contratto è stata apposta tra foto e sorrisi.

“Forza Napoli” ha ribadito il tecnico salentino intercettato dai primi microfoni, una dichiarazione d’amore che potrebbe stonare con il suo passato sportivo ma calza a pennello con la sua ambizione. Per questo, De Laurentiis ha optato per un triennale da 6 milioni a stagione, stesso ingaggio che all’ombra del Vesuvio si riserva al top player.

E Conte lo è, checché se ne dica: tre Scudetti con la Juventus e uno con l’Inter lo rendono pienamente consapevole dell’ambiente Serie A, soprattutto dell’alta classifica. Piazzamento da agguantare assolutamente per non ripetere la sciagurata annata appena conclusa ed in tal senso tanto – forse tutto – dipenderà dalle strategie di mercato dei prossimi mesi.

Continue Reading

Serie A

Inter, Oaktree ha deciso: Marotta è il nuovo presidente

Beppe Marotta è il nuovo presidente dell’Inter. Le quotazioni del dirigente nerazzurro sono decollate nelle ultime ore, fino alla finale approvazione da parte di Oaktree

Published

on

Marotta, Inter @Twitter

L’Inter muta i ruoli a livello dirigenziale e non solo per quanto riguarda la proprietà. Il fondo Oaktree, infatti, ha ufficializzato la nomina di Beppe Marotta come nuovo presidente del club nerazzurro.

L’ormai ex amministratore delegato è il 22º della storia dell’Inter a ricoprire tale carica e ha speso parole al miele per Oaktree: “Li ringrazio, sono orgoglioso di far parte dell’Inter. Questa nomina è il riconoscimento lavoro svolto da molte persone in questi 3 anni”.

Continue Reading

Trending