Connect with us

Calciomercato

Lopetegui verso il Milan, c’è il contratto: ostacolo per Thiago Motta

Il Milan si avvicina a Lopetegui, prescelto per sostituire Pioli sulla panchina rossonera: il contratto è pronto, Thiago Motta è sempre più irraggiungibile

Published

on

Lopetegui

Dopo un casting portato avanti silenziosamente e sotto traccia, il Milan sembrerebbe aver deciso il suo prossimo allenatore. Il successore di Pioli, secondo le pagine rosa della Gazzetta dello Sport, sarà probabilmente Julen Lopetegui che attualmente siede sulla panchina del Wolverhampton.

L’accordo appare pressoché totale tra il club e il 57enne spagnolo con un passato nel Siviglia, che ha ottenuto il benestare di tutto il board societario – Ibrahimovic compreso. Secondo la rosea, a tal proposito, sarebbe pronto per lui un contratto da 4 milioni a stagione per tre anni per sostituire Pioli a partire dal prossimo campionato. Nel futuro del Milan, dunque, si prospetta un cambiamento radicale dal punto di vista del tipo di calcio che si intende proporre.

Thiago Motta
Thiago Motta

Prudenza sul mercato: Thiago Motta, c’è la Juventus

Sul mercato, invece, il Diavolo veste prudenza e lungimiranza, con Diego Carlos nel mirino per la difesa e l’idea Zirkzee che non accenna a tramontare. Entrambi sarebbero nomi graditissimi a Lopetegui, il quale per motivi tecnici ed economici è balzato in testa alle preferenze. Se dovesse sfumare, le alternative rispondono ai nomi di De Zerbi e Fonseca.

In vetta alle mire rossonere, però, fino a poco tempo fa c’era Thiago Motta, su cui la Juventus ha messo gli occhi da tempo bruciando la concorrenza per il dopo Allegri. A confermarlo è Gianluca Di Marzio a Sky Sport, che ribadisce la tempestività del club bianconero nell’anticipare le altre pretendenti in ottica 2024/25. Per entrambi i club, che ieri hanno dato vita ad un apatico 0-0 in quel di Torino, si attendono gli sviluppi ufficiali nelle prossime settimane.

Calciomercato

Calhanoglu al Bayern, l’Inter non fa muro: la chiave è Palhinha

Calhanoglu pronto a dire addio? Dalla Germania sono certi, il turco ha aperto alla volontà del Bayern Monaco. Ora la palla passa all’Inter

Published

on

Hakan Calhanoglu

Di sicuro è la Germania l’assoluta protagonista del mese di giugno, se si parla di calcio. Sede degli Europei attualmente in corso e patria di una Nazionale qualificata brillantemente agli ottavi della rassegna, la terra teutonica fa la voce grossa anche sul mercato. In particolare, il Bayern Monaco è protagonista assoluto dell’assalto ad Hakan Calhanoglu.

Il Bayern aspetta Palhinha

Per il centrocampista dell’Inter e della Turchia si tratterebbe di un ritorno in Germania, dove ha militato con Amburgo e Bayer Leverkusen: ma, soprattutto, significherebbe un improvviso ed inatteso addio alla causa nerazzurra. Separazione in vista? Per Oaktree non ci sono paletti, anzi. La nuova proprietà si sarebbe già detta disposta ad ascoltare offerte.

Ad alimentarne la volontà c’è anche lo stesso Calhanoglu, il quale avrebbe aperto con gradimento al Bayern. Resta da capire lo svolgimento lineare del mercato dei bavaresi, ai quali il Fulham ha corrisposto il secondo “no” per Palhinha. Per il portoghese l’offerta è salita fino ai 50 milioni, cifra che, se proposta all’Inter, potrebbe instradare Calha verso la Bundesliga.

Continue Reading

Calciomercato

Arriva Douglas Luiz, ma la Juve non si ferma: obiettivo doppio

La Juventus non si ferma a Douglas Luiz, anzi prepara un doppio colpo con Rabiot sempre più lontano dalla permanenza in bianconero

Published

on

Douglas Luiz

Il focus sul centrocampo, poi il resto. Il calciomercato è ancora in fase embrionale ma non per la Juventus, che si è assicurata l’innesto di Douglas Luiz dall’Aston Villa per 20 milioni più Barrenechea ed Iling Junior, per cui vanterà di una percentuale sulla futura rivendita. Un’operazione fortemente avallata da Thiago Motta, intrigato dalla possibilità di disporre di un centrocampo di qualità superiore rispetto a quello delle ultime annate bianconere.

In tal senso si concentra la spinta su Rabiot per un rinnovo biennale che, però, tarda ad arrivare nonostante la Juve sia convinta di aver offerto il massimo possibile – più di 7 milioni a stagione.

Cristiano Giuntoli, Juventus
Cristiano Giuntoli, Juventus

Due nomi per Thiago

Anche per questo motivo la Vecchia Signora si starebbe muovendo altrove, di preciso verso Nizza dove Khephren Thuram non rinnoverà il suo contratto. Fratello di Marcus e figlio della leggenda bianconera Lilian, il centrocampista francese potrebbe volare in direzione Torino per 18/20 milioni di euro proprio in sostituzione di Rabiot.

L’obiettivo di Giuntoli, tuttavia, diventa doppio poiché non tramonta la pista che porterebbe all’innesto di Koopmeiners dell’Atalanta. Trattativa ben più complessa rispetto a quella per Thuram visti i quasi 60 milioni richiesti dalla Dea, per cui la Juventus valuta l’inserimento di contropartite tecniche.

Continue Reading

Calciomercato

Morata vuole l’Italia: non solo Juventus in corsa

Alvaro Morata lancia un messaggio all’Europeo con la sua Spagna, prossimo avversario dell’Italia. E il suo ritorno in Serie A, ad oggi, è tutt’altro che impossibile

Published

on

Morata, Spagna

Un gol all’esordio contro la Croazia e una brillante vittoria della sua Spagna hanno permesso ad Alvaro Morata di partire con il piede giusto ad Euro 2024. In attesa di sfidare l’Italia, l’attaccante dell’Atletico Madrid strizza l’occhio proprio al Bel Paese dove ha militato in due avventure diverse con la maglia della Juventus.

Non solo Juve

E proprio i bianconeri monitorano la sua situazione dato che – come riportato da Fabrizio Romano – Morata avrebbe intenzione di tornare in Serie A ed il legame con Torino non si è mai spezzato, anzi. Per questo la Vecchia Signora ricoprirebbe un ruolo di favore nella scelta di Alvaro, soprattutto vista la possibilità di replicare la partenza di Kean in direzione Madrid, sfumata nello scorso mercato.

Occhio, tuttavia, al ritorno di fiamma della Roma e alla volontà del Milan di affidarsi su un nome di spessore per sostituire Giroud. Nel primo caso, l’addio di Lukaku costringerà i Friedkin ad un pesante investimento per un 9 da alternare con Abraham, con il classico nodo dell’ingaggio da sciogliere. Per il Diavolo, invece, c’è prima il sogno Zirkzee da portare avanti.

Continue Reading

Trending