Connect with us

Golf

Golf, accordo PGA-Superlega? Monahan incontra Pif

Published

on

PGA Tour

Divisioni, screzi e problematiche legate all’aspetto economico. Questo e molto altro è diretta conseguenza della scissione più grande della storia del golf, quella della Superlega araba che ha creato una realtà parallela al celebre PGA Tour. Ciò ha comportato alcuni addii eccellenti al circuito americano, su tutti Jon Rahm, con conseguente espansione dell’una pronta a minare l’egemonia dell’altra. Il fautore di tale colpo di Stato è il fondo Pif, che finanzia la LIV Golf con l’intento di sorpassare in termini di numeri, spettacolarità, introiti ed engagement il colosso del golf mondiale.

Ma chi l’ha detto che due realtà del genere debbano necessariamente scontrarsi? Notizia di recente spunto, riportata dall’ANSA, è infatti un incontro tra i rappresentanti massimi dei due circuiti per trovare un accordo che metta fine alle divergenze. Una vera e propria tavola rotonda, ma con poche presenze. Due, per l’esattezza: da un lato il fondo Pif dell’Arabia Saudita, capitanato da Yasir Al-Rumayyan, dall’altro il commissario PGA Jay Monahan. Sul piatto una vera e propria rivoluzione, per mettere fine al biennio divisorio che ha contraddistinto i golfisti e il loro contorno dal 2021.

L’idea di Mcllroy

LIV Golf e PGA Tour insieme, dunque, si può. Quantomeno in teoria. L’idea che filtra è quella di un nuovo Tour Mondiale, che vada a fondere le due realtà in un gigantesco agglomerato dei migliori giocatori al mondo. Una vera e propria caccia all’élite, in concomitanza con la possibilità di mantenere integro il sistema del ranking mondiale e i principali tornei che hanno fatto la storia di questo sport. E di storia, parecchia, se ne intendono golfisti del calibro di Tiger Woods e Rory Mcllroy. Quest’ultimo in particolare si è espresso sul modello che, secondo lui, bisognerà perseguire.

Direttamente dall’Hero Dubai Desert Classic del DP World Tour, l’irlandese ha lanciato la propria idea: “Sogno un torneo in stile Champions League, così da permettere ai migliori 70-80 del mondo del golf di sfidarsi. E poi altri tour aggiuntivi che permetteranno ai nuovi giocatori di emergere e garantire un futuro a questo sport”. Ambizioni che, spesso, rischiano di scontrarsi con paletti di natura economica. Proprio attorno a tale aspetto verte il contatto tra Monahan e Al-Rumayyan. Un nuovo mondo del golf è alle porte?

Golf

Golf, disastro Mcllroy allo US Open: trionfa DeChambeau

Lo statunitense Bryson DeChambeau trionfa allo US Open di Golf, davanti a Rory Mcllroy, che torna a casa con parecchi rimpianti

Published

on

DeChambeau

È stato lo statunitense Bryson DeChambeau a trionfare allo US Open di Golf. Il padrone di casa, infatti, ha chiuso a -6 davanti a Rory Mcllroy che torna a casa con più di qualche rimpianto. Per il nordirlandese, infatti, che ha concluso con un -5, sono stati fatali due semplici putt, i suoi primi due errori in stagione sotto un metro.

Non riesce quindi a sbloccarsi il classe ’89 a dieci anni dal suo ultimo Major (PGA Championship), mentre DeChambeau colleziona il suo secondo grande titolo, dopo lo US Open 2020. Terzo posto, invece, per gli americani Cantlay e Finau.

Continue Reading

Golf

PGA Championship, Schauffele impresa compiuta: cut per Molinari e Tiger Woods

Xander Schauffele si laurea campione al PGA Championship: il primo major di carriera per lo statunitense coincide con il cut di Molinari e Tiger Woods

Published

on

Xander Schauffele

Si chiude il PGA Championship con Xander Schauffele a svettare sulla classifica finale del major, il primo nella propria carriera. Lo statunitense, a secco di trionfi dal 2022, torna alla vittoria nel momento più opportuno (-21), chiudendo alla sola ultima buca su DeChambeau (-20).

Xander Schauffele

Schauffele re del PGA Championship: niente da fare per Scheffler e McIlroy

Terzo il norvegese Hovland (-18), 8° Scheffler (-13), il più atteso alla vigilia, davanti a Rory McIlroy (-12), soltanto 12°, e Koepka (-9), 26°. Male, invece, Molinari e Tiger Woods. L’inizio convincente dell’italiano non è bastato a salvarlo dal cut, giunto anche per lo statunitense. I due chiudono, rispettivamente, a +4 e +7.

Continue Reading

Golf

PGA Championship, Schauffele da record: McIlroy e Scheffler in scia, Molinari davanti a Tiger Woods

Uno Schauffele in splendida forma brilla nel primo round al PGA Championship: McIlroy e Scheffler inseguono, Molinari precede Tiger Woods

Published

on

Xander Schauffele

Xander Schauffele domina il primo round della 106esima edizione del PGA Championship. Lo statunitense chiude a 62 (-9), tre di vantaggio su Finau, Hubbard e Theegala, suoi connazionali. 5°, invece, Rory McIlroy con 66, davanti a Koepka ed il leader del world ranking Scheffler.

PGA Championship

Più Schauffele di Scheffler: è record al PGA Championship

Alla seconda green jacket in carriera, Scheffler giunge al PGA Championship come il grande favorito, salvo chiudere 12° al primo round, alla pari del separatista del golf Koepka, con 67 (-4).

Ben distante dal dominatore del momento, Xander Schuffele, 65° l’unico italiano in gara, Francesco Molinari, 71 (par), a precedere Tiger Woods, 85°, con lo score di 72 (+1), per la prima volta in positivo dopo anni in un major. Proprio il californiano, peraltro, è chiamato alla crescita delle proprie prestazioni, per scongiurare il rischio eliminazione al secondo round.

Continue Reading

Trending