Connect with us

Calcio

Serie B, Como mattatore: tris di pareggi per Bari, Ascoli e Brescia

La Serie B chiude questa prima parte di sabato con la vittoria imponente del Como: a seguire un tris di pareggi per Bari, Ascoli e Brescia

Published

on

Serie B, Como mattatore: tris di pareggi per Bari, Ascoli e Brescia

Si chiude la prima parte di questo sabato di Serie B che ne ha viste di tutti i colori. Sono tanti i pareggi, ma soprattutto a prendersi la scena è stata la vittoria, anche sofferta per certi versi, del Como contro la Feralpisalò. Gli ospiti hanno trovato il trionfo per 4-2 in una gara al cardiopalma e che ha visto continui ribaltamenti di fronte.

A sbloccare la gara ci ha pensato Mattia Felici, ma a quel punto a scatenarsi è stato Cutrone, autore di una doppietta e Federico Barba. Una partita virtualmente chiusa e che Mattia Zennaro ha deciso di riaprire al 46′, salvo poi arrivare le mazzate finali di Strefezza e Braunoder.

Tris di pareggi: Brescia, Ascoli e Bari non si fanno male

Neanche a farlo apposta sono tre i pareggi di questo pomeriggio di Serie B. Il primo è quello tra Bari e Pisa, per 1-1, dove a mettere il sigillo ci hanno pensato Puscas da una parte e Calabresi dall’altra. Si arresta così la corsa degli ospiti che, nonostante il risultato, rimangono a pari punto con la Sampdoria.

Si passa poi a Brescia-Ternana, conclusasi con il risultato di 0-0. Un pareggio che se da una parte è ottimo per gli ospiti, in piena corsa per la salvezza, dall’altra è un duro colpo per i padroni di casa. Le Rondinelle, infatti, lottano giornata dopo giornata per mantenere un posto nella zona play off per la promozione e questo piccolo falso di certo non lo digeriranno facilmente.

Ultima, ma non per importanza è la gara che è andata in scena tra Ascoli e Modena. Uno 0-0 che se da una parte penalizza i padroni di casa, dall’altra fa tirare un sospiro di sollievo agli ospiti. La strada verso la salvezza, infatti, si fa sempre più complessa e ogni singolo punto può fare la differenza tra la permanenza in Serie B e la retrocessione.

Il percorso è ancora lungo, ma la situazione si inizia a delineare in maniera chiara. Con l’Ascoli in zona retrocessione e il Bari in zona playout, il Modena in piena lotta per la salvezza, Pisa e Brescia alla ricerca dei play off per la promozione e Como che cerca l’impresa vittoria del campionato, i giochi si fanno sempre più caldi.

Europa

La Germania per la vetta, la Scozia sogna: oggi si chiude il Girone A

Alla Germania basta un pari per congelare il primo posto, la Scozia sogna: il Girone A si conclude alle 21:00

Published

on

Havertz

Un turnover ragionato per blindare la vetta della classifica. La Germania chiuderà il Girone A contro la Svizzera dopo le due brillanti vittorie con Scozia ed Ungheria. Per la formazione di Nagelsmann gli ottavi sono in cassaforte, ma il CT non appare orientato a stravolgere completamente l’assetto poiché compromettere il primo posto significherebbe affacciarsi su un sorteggio più complesso.

Nello stesso raggruppamento, il sogno è quello della Scozia. Grazie al pareggio ottenuto proprio contro la Svizzera, McTominay e compagni sono aggrappati alla classifica parallela che qualificherà agli ottavi le quattro migliori terze della fase a gironi. Qualche lumicino di speranza anche per l’Ungheria, ancora a zero punti e che dovrà necessariamente battere la Scozia per sperare nel pass alla fase ad eliminazione.

Girone A

  • Germania-Svizzera, ore 21:00
  • Scozia-Ungheria, ore 21:00
Continue Reading

Calciomercato

Arriva Douglas Luiz, ma la Juve non si ferma: obiettivo doppio

La Juventus non si ferma a Douglas Luiz, anzi prepara un doppio colpo con Rabiot sempre più lontano dalla permanenza in bianconero

Published

on

Douglas Luiz

Il focus sul centrocampo, poi il resto. Il calciomercato è ancora in fase embrionale ma non per la Juventus, che si è assicurata l’innesto di Douglas Luiz dall’Aston Villa per 20 milioni più Barrenechea ed Iling Junior, per cui vanterà di una percentuale sulla futura rivendita. Un’operazione fortemente avallata da Thiago Motta, intrigato dalla possibilità di disporre di un centrocampo di qualità superiore rispetto a quello delle ultime annate bianconere.

In tal senso si concentra la spinta su Rabiot per un rinnovo biennale che, però, tarda ad arrivare nonostante la Juve sia convinta di aver offerto il massimo possibile – più di 7 milioni a stagione.

Cristiano Giuntoli, Juventus
Cristiano Giuntoli, Juventus

Due nomi per Thiago

Anche per questo motivo la Vecchia Signora si starebbe muovendo altrove, di preciso verso Nizza dove Khephren Thuram non rinnoverà il suo contratto. Fratello di Marcus e figlio della leggenda bianconera Lilian, il centrocampista francese potrebbe volare in direzione Torino per 18/20 milioni di euro proprio in sostituzione di Rabiot.

L’obiettivo di Giuntoli, tuttavia, diventa doppio poiché non tramonta la pista che porterebbe all’innesto di Koopmeiners dell’Atalanta. Trattativa ben più complessa rispetto a quella per Thuram visti i quasi 60 milioni richiesti dalla Dea, per cui la Juventus valuta l’inserimento di contropartite tecniche.

Continue Reading

Europa

Italia, ansia Dimarco: pronti Darmian e Cambiaso

Dimarco va verso il forfait con la Croazia, visto l’infortunio rimediato con la Spagna: Darmian favorito su Cambiaso per sostituirlo

Published

on

Dimarco, Italia

Non emergono notizie confortanti dal ritiro dell’Italia in terra tedesca, alla vigilia del decisivo scontro con la Croazia per il passaggio agli ottavi di finale. La Nazionale gode del privilegio di avere due risultati su tre dalla propria parte, ma deve fare i conti con l’infortunio di Dimarco. L’esterno dell’Inter, infatti, non ha partecipato all’allenamento odierno dopo una contusione rimediata contro la Spagna.

Per lui lavoro in palestra e corsa differenziata dai compagni, il che rende complicata la sua presenza per l’ultimo atto del Girone B. Al suo posto salgono le quotazioni di Andrea Cambiaso ma attenzione a Matteo Darmian, che già in passato ha agito sulla corsia di sinistra. Dimarco, tuttavia, non sarà l’unico cambiamento di Spalletti visto il nodo centravanti da sciogliere, con Raspadori e Retegui che insidiano Scamacca.

Continue Reading

Trending