Connect with us

Serie A

Il Monza ferma il Bologna: pareggio 0-0 al Dall’Ara

Published

on

bologna monza pagelle

La gara tra Bologna e Monza ha inizio con la premiazione di Thiago Motta come miglior allenatore del mese di marzo nella Serie A, onorato con il titolo di Philadelphia Coach Of The Month in riconoscimento dei brillanti risultati e delle prestazioni raggiunte tra la ventisettesima e la trentesima giornata.

Secondo il comunicato ufficiale della Lega Serie A, una giuria composta da Direttori di testate giornalistiche sportive ha valutato questo premio tra gli allenatori sulla base di criteri tecnico-sportivi e della qualità del gioco espresso dalle loro squadre, oltre al comportamento e al fair play durante le gare.

Nei giorni scorsi, anche Palladino ha condiviso il suo pensiero su Thiago Motta durante una conferenza stampa relativa alla partita Bologna-Monza. Ha dichiarato: “Non sarà la sfida tra Motta e Palladino, ma tra Bologna e Monza. Il Bologna ha fatto e sta facendo cose inimmaginabili, qualcosa di incredibile. Merita quella posizione e anche la Champions, per la continuità che ha avuto e per non avere mai avuto cali”.

Anche Motta, durante la sua conferenza, ha espresso la sua opinione sulla posizione del Bologna: “La Champions è una normale ossessione per altri club. Per noi questa ossessione non è mai esistita. Noi in questo momento siamo i ‘rompicoglioni’ di questo campionato”.

Reti bianche al Dall’Ara

Il Monza e il Bologna hanno pareggiato 0-0 al Dall’Ara, confermando il risultato dell’incontro precedente tra le due squadre. I biancorossi hanno ottenuto un punto importante giocando in trasferta contro il quarto classificato in classifica.

La partita è iniziata con un equilibrio evidente. Al 17′, Pessina ha provato a segnare di testa su un cross di Colpani, ma il portiere Skorupski ha fatto una parata decisiva. Il Bologna ha risposto con un calcio di punizione di Orsolini al 20′, ma il portiere del Monza, Di Gregorio, ha respinto il pallone sopra la traversa. Al 27′, Zirkzee del Bologna ha tentato un tiro-cross che è finito a lato. Il Monza ha risposto con un tentativo di Lucumi al 28′, ma il pallone è stato deviato per poco fuori dalla porta. Dopo un primo tempo nervoso e spezzettato, il Bologna ha avuto un’altra occasione con Ferguson al 40′, ma ha mandato il pallone fuori su un calcio d’angolo.

Nel secondo tempo, il Monza è partito forte con un’occasione di Colpani al 54′, ma ha mancato il bersaglio. Il Bologna ha risposto con un tentativo di Orsolini, ma Di Gregorio è stato di nuovo decisivo. Entrambe le squadre hanno continuato a lottare, ma nessuna è riuscita a segnare. Alla fine, il Monza ha chiuso con la porta inviolata per la dodicesima volta in campionato.

Nel prossimo turno, il Monza affronterà l’Atalanta in casa domenica 21 aprile alle 20:45.

Pagelle Bologna:

  • Skorupski (6): Non chiamato in causa troppo spesso.
  • Posch (6.5): Buona presenza in attacco con un’occasione di testa nel primo tempo.
  • Beukema (6.5): Preciso negli interventi e nella fase di copertura.
  • Lucumì (6): Prestazione solida senza errori evidenti.
  • Kristiansen (6): Contenuto in attacco, ma sicuro in difesa.
  • Freuler (6): Gestione prudente del gioco.
  • Orsolini (6): Si accende a tratti, crea pericoli ma non riesce a segnare.
  • Aebischer (6): Partita ordinata a centrocampo.
  • Ferguson (5.5): Sostituito per infortunio, non influente durante la partita.
  • Urbanski (5.5): Poco visibile, qualche tentativo ma senza successo.
  • Zirkzee (6.5): Non la sua migliore performance, ma mostra lampi di classe.

Pagelle Monza:

  • Di Gregorio (7): Salvataggi cruciali che dimostrano il suo talento.
  • Birindelli (6): Prestazione sufficiente, attento in difesa.
  • Izzo (6): Buon match nonostante il giallo precoce.
  • Pablo Marì (6): Sicuro in difesa contro Zirkzee.
  • A. Carboni (5.5): Lavora sodo, ma qualche imprecisione di troppo.
  • Akpra Akpro (6): Filtro davanti alla difesa, molto lavoro sporco.
  • Bondo (6.5): Buona pressione e recupero palla a centrocampo.
  • Colpani (5.5): Attento in difesa ma spreca un’occasione importante.
  • Pessina (5.5): Poco coinvolto, ma utile in copertura.
  • Zerbin (6): Buon avvio, ma cala nel corso della partita.
  • Djuric (5.5): Controllato dalla difesa avversaria, poco supporto.

Serie A

Juventus, annunciato Thiago Motta: si avvicina Douglas Luiz

La Juventus ufficializza Thiago Motta come nuovo allenatore. L’ex Bologna succederà ad Allegri e siederà sulla panchina bianconera fino al 2027. In parallelo, si avvicina Douglas Luiz

Published

on

Thiago Motta

Dopo una lunga attesa arriva finalmente l’ufficialità. Thiago Motta sarà il nuovo allenatore della Juventus, che ha ufficializzato l’accordo fino al 2027 con l’ex allenatore del Bologna che seguiva sin da inizio anno. Al contempo, la Vecchia Signora è ad un passo da Douglas Luiz dall’Aston Villa, primo rinforzo per Motta insieme a Di Gregorio dal Monza. Per il centrocampista brasiliano, la Juventus è pronta a garantire 20 milioni agli inglesi insieme ai cartellini di Iling Jr e McKennie.

Continue Reading

Serie A

Conte al Napoli, le cifre dell’accordo con De Laurentiis

Contratto fino al 2027 e ingaggio da top assoluto: Antonio Conte torna in Serie A e lo fa sulla panchina del Napoli di Aurelio De Laurentiis

Published

on

Conte e De Laurentiis

La giornata di ieri ha sciolto ogni dubbio, semmai ce ne fossero ancora. Antonio Conte è il nuovo allenatore del Napoli e la tanto agognata firma sul contratto è stata apposta tra foto e sorrisi.

“Forza Napoli” ha ribadito il tecnico salentino intercettato dai primi microfoni, una dichiarazione d’amore che potrebbe stonare con il suo passato sportivo ma calza a pennello con la sua ambizione. Per questo, De Laurentiis ha optato per un triennale da 6 milioni a stagione, stesso ingaggio che all’ombra del Vesuvio si riserva al top player.

E Conte lo è, checché se ne dica: tre Scudetti con la Juventus e uno con l’Inter lo rendono pienamente consapevole dell’ambiente Serie A, soprattutto dell’alta classifica. Piazzamento da agguantare assolutamente per non ripetere la sciagurata annata appena conclusa ed in tal senso tanto – forse tutto – dipenderà dalle strategie di mercato dei prossimi mesi.

Continue Reading

Serie A

Inter, Oaktree ha deciso: Marotta è il nuovo presidente

Beppe Marotta è il nuovo presidente dell’Inter. Le quotazioni del dirigente nerazzurro sono decollate nelle ultime ore, fino alla finale approvazione da parte di Oaktree

Published

on

Marotta, Inter @Twitter

L’Inter muta i ruoli a livello dirigenziale e non solo per quanto riguarda la proprietà. Il fondo Oaktree, infatti, ha ufficializzato la nomina di Beppe Marotta come nuovo presidente del club nerazzurro.

L’ormai ex amministratore delegato è il 22º della storia dell’Inter a ricoprire tale carica e ha speso parole al miele per Oaktree: “Li ringrazio, sono orgoglioso di far parte dell’Inter. Questa nomina è il riconoscimento lavoro svolto da molte persone in questi 3 anni”.

Continue Reading

Trending